Prima di partire

3 Letture interessanti

“Non credo nel tipo di magia di cui parlano i miei libri. Ma credo che accada qualcosa di magico quando leggi un buon libro.” JK Rowling

Adoro leggere. E mi piace informarmi sulla storia, economia, usi e costumi di un posto prima di andarci a vivere o visitarlo.

Anche voi avete questa buona abitudine?

In tutti gli anni che ho sognato di vivere in Inghilterra, ho letto una quantità INDUSTRIALE di libri sull’argomento. Riporto qua sotto quelli che in qualche modo mi hanno “spinto” a fare il grande passo!

libri

Se volete avere un’idea di com’è la società inglese ai giorni nostri, leggete qualche libro di Caprarica. Classe ’51, ex-corrispondente RAI per il Regno Unito, ha vissuto per tantissimi anni a Londra, città che adora. Potete trovare qui  tutta la sua bibliografia. Il mio preferito è “Dio ci salvi dagli inglesi… o no!?”, nel quale esprime tutta la sua “inglesofilia”. E’ descritta tutta la sua passione per Londra (città che adora e che ha dovuto lasciare per trasferirsi a Parigi), per gli inglesi e per come qui (in Inghilterra) tutto funziona. La scrittura è pulita leggera e ironica. Lo leggerete in poche ore… e non vedrete l’ora di trasferirvi qua! 😉 Ho letto anche “Come è dolce Parigi.. o no!?” , dove parla dei suoi anni parigini. Fa spesso confronti con l’Inghilterra, che vince (a mani basse), su quasi tutti i fronti!

Per chi vuole imparare l’inglese divertendosi, consiglio il corso di inglese di John Peter Sloane; ho provato i CD e il libro sul lavoro… sono veramente divertenti, ma con poco risultato per una testona come me!

Se poi vogliamo parlare di romanzi basati in Inghilterra/Londra che mi hanno fatto sognare PER ANNI, mettetevi comodi che ne avrete per qualche mese… Ho letto una moltitudine di romanzi che trattano l’argomento. I miei preferiti sono quelli ambientati nell’epoca vittoriana. Per farmi comprare un libro bastava leggere due parole chiave: “Londra/Inghilterra” e “1800”! Ovviamente non voglio star qui ad ammorbarvi con recensioni su libri che magari avete già letto, o “classici” che non hanno bisogno di un mio commento. Fra tanti ne ho scelto uno, uscito nel 2003. Mi ricordo ancora, trovai per caso l’articolo su “La Repubblica”, e appena uscita da lavoro andai a comprarlo. 985 pagine lette in 4 giorni. Nemmeno con Trono di Spade! Si chiama “Il Petalo Cremisi e il Bianco”  di Michel Faber. Uno spaccato della società vittoriana. Meraviglioso! Mi è sembrato di salire sul Tardis ed atterrare a Londra nel 1875. Ok, la storia parla di una giovane prostituta, ma vi assicuro che Faber ricrea l’atmosfera, i luoghi e i personaggi in maniera incredibile!

leggere

Questo è solo un assaggio, se volete approfondire, o fare suggerimenti, non esitate a scrivermi! In quanto “vecchia ragazza” molto curiosa, vorrei sapere qualcosa riguardo alle vostre letture. Qual è stato il libro che vi ha fatto innamorare dell’Inghilterra? Quale vi ha fatto decidere di partire? Commentiamo insieme qui sotto!

Annunci

4 thoughts on “3 Letture interessanti

  1. Uno dei miei libri preferiti sulla Gran Bretagna è quello di Bill Bryson: Notes from a Small Island, ma quello che mi ha fatto “partire” a suo tempo, e scegliere la Scozia, è un libro d’infanzia “il Giardino Segreto” in cui emerge tante volte il fascino della brughiera…

    Liked by 1 persona

  2. Ciao! Libri sull’Inghilterra a parte i “soliti” classici, ho adorato letteralmente La Piccola Principessa (della stessa autrice de Il giardino segreto, dato che l’avete menzionato, che però non mi è piaciuto), Mary Reilly di Valerie Martin ambientato nella Londra vittoriana racconta della storia diel Dr Jekyll e Mr Hyde ma dal pt di vista di Mary, la cameriera (hanno fatto anche un film delizioso con Malkovich e la Roberts) e i libri del gatto Bob (A street cat named Bob, The world according to Bob, a gift from Bob…) – ambientazione contemporanea e tematiche delicate come la tossicodipendenza e i senzatetto. Detta così spaventa, ma ti assicuro che sono molto delicati (insomma non è lo Zoo di Berlino x capirci!) e il racconto dell’amicizia tra Bob, il micione rosso, e il suo padrone è tenerissima!. Intanto mi sono segnata quello che hai consigliato tu! Anche io acquisto i libri sotto gli stessi “impulsi”: Londra ed epoca vittoriana. Soprattutto se magari descrivono la quotidianità dei ceti medio-bassi e classi lavoratrici. Le classi alte sono “belle”, ma quanti di noi se avessero vissuto in quel periodo sarebbero stati nobili dediti solo alle cene e alla beneficenza? Io no, sicuro. Perciò mi piacciono assai di più le classi lavoratrici…

    Liked by 1 persona

    1. che bello! Ho preso appunti sui titoli che hai suggerito. Ho sentito parlare di Mary Reilly ma ancora non sono riuscita a leggerlo! se anche a te piace la Londra Vittoriana, classi povere, leggi la trilogia delle rose di Jennifer Donnelly. Fantastica! Per me è Follett in gonnella! personaggi ben fatti, ambientazioni storiche di tutto rispetto, e trama avvincente. Fammi sapere se ti ispira! Nel frattempo cerco quello che mi hai segnalato! un abbraccio!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...