Living the dream!

Lavorare in UK come cameriera – Part 2

Lavorare come cameriera in UK

“L’Inghilterra è l’unico paese in cui il cibo è più pericoloso del sesso” (Glenda Jackson)

Ritorniamo alle considerazioni di una ragioniera improvvisata cameriera. Dopo aver scritto la parte più romantica (guarda qua la prima parte di Lavorare in UK come cameriera ), adesso passiamo alla parte più divertente: i miei clienti.

In quasi un anno ho conosciuto tantissime persone, alcune davvero meravigliose. Clienti regolari che imparano a conoscerti e a “volerti bene”.

20150621_100619

Le mie preferite sono quelle che chiamavo “le mie vecchine”; le vedi al ristorante per pranzo che non si fanno mancare un paio di bicchieri di vino (o gin) anche se ormai hanno quasi 90 anni. Si sono affezionate a questa “vecchia ragazza” tutta sola che è venuta in UK per imparare l’inglese.

ietta-2
mi hanno sempre ricordato Zia Ietta! Fonte: today.it

Poi ci sono gli Ellis, che adorano l’Italia e che si sposeranno presto. Sono tenerissimi! Quando gli ho detto che mia sorella si sarebbe sposata, hanno voluto vedere le foto! Immaginate me, a sedere al tavolo con loro, a fargli vedere le foto del matrimonio di mia sorella!!!! troppo bello! Hanno deciso di sposarsi in Italia, e mi hanno invitato! 😉 Siamo amici su facebook, chissà se manterranno la promessa!

I Wilson, Fiona e Paul, mi hanno sempre trattato come una delle loro figlie. Quando hanno saputo che me ne andavo, Fiona si è fatto un bel pianto con me, e mi hanno lasciato il loro numero. Se avessi bisogno, sono ben contenti di aiutarmi! che cari!

Con i signori Mann, John e Gill, siamo usciti a volte! Mi hanno portato in giro per il Galles del Nord; stanno imparando l’italiano, quindi hanno bisogno di qualcuno con cui praticarsi. Mi hanno detto di festeggiare il Natale insieme a loro, nel caso fossi stata sola!

Ma ce ne sono tanti altri! una coppia che crede che sia ferrarista, Ser Alan, un signore tutto d’un pezzo, ma che mi ha abbracciato al Co-op (la nostra Coop), quando ha saputo del mio papà, Katie e sua mamma, Mrs Ireland che voleva vendermi suo marito!

Sono tutti felicissimi di sapere che ho trovato un lavoro migliore, anche se gli mancherò. Se ci penso ancora piango… mi è sempre piaciuto conoscere gente nuova, sempre diversa. Allarga i tuoi orizzonti e la tua mente, non c’è niente da fare!

11745840_971478656247861_7155563682112050830_n
alcuni clienti durante il “supper night”

Ma passiamo a quello che mi hanno combinato questi inglesi durante il mio anno da cameriera. Ormai non faccio più caso a chi mette il formaggio sul pesce, anche se qualche personaggio strano lo fa anche in Italia! Ma mettere la maionese sulle linguine al granchio è da arresto!

I migliori sono quelli che mi chiedevano modifiche improbabili a piatti tradizionali italiani. Con un sorriso sulle labbra e la morte nel cuore ho preso l’ordine di una carbonara con petto di pollo, lasagne con rucola, arrabbiata o pizza con petto di pollo (‘sti inglesi metterebbero il petto di pollo anche nel tiramisù!), patatine fritte nelle linguine allo scoglio, PENNE alla carbonara, pizza con crudo, rucola, petto di pollo (daje), nduja e grana!

Un cliente una volta mi ha chiesto se c’erano i funghi nella carbonara (?) e un altro si è meravigliato perché non c’è la nduja nell’arrabbiata (certo, se lo dici te caro inglese, che vuoi che ne sappia io?)

10322585-Cartone-animato-di-cameriera-aggressivo-Archivio-Fotografico

I migliori sono una coppia che ha vissuto a Carmignano che mi metteva il formaggio sul pesce e chiedevano il filetto ben cotto. (Ma non avete imparato nulla in Italia, dico io??)

Cmq Dante avrebbe dovuto creare un girone dell’inferno per chi taglia la pasta lunga. Immaginate un bel piatto di spaghetti o di tagliatelle tagliato a pezzetti senza pietà (come si fa con i bambini, per intendersi) e mangiato col cucchiaio!!! Se ci penso mi viene ancora il voltastomaco!

Ma che dobbiamo fare, sono British! E io li amo così come sono, con i loro pregi ed i loro difetti.

E voi, quanto amate il popolo britannico?

 

Annunci

20 thoughts on “Lavorare in UK come cameriera – Part 2

  1. Povera me!! Non si può sentire!! Ci vuole un bello stomaco per mangiarsi le linguine al granchio con la maionese!! e anche tagliare la pasta lunga… Non so se io ce l’avrei fatta!! Per non parlare del petto di pollo!!
    Comunque, a parte che gli inglesi non sanno mangiare, hai conosciuto tanta gente e ancora chissà quanta ne conoscerai!! Stai vivendo una bellissima esperienza!!
    Buona fortuna per il nuovo lavoro !!
    Tienici aggiornati
    😘

    Liked by 1 persona

    1. grazie Sarina! E’ una bella avventura, e come ben sai, con alti e bassi. Ho vissuto fin troppi bassi l’anno scorso, adesso mi godo un po’ di alti! 😉 non voglio essere arrogante, ma credo di meritarli!
      Cmq vorrei vedere se lo zio Marcello resisterebbe a veder tagliare la pasta lunga!

      Mi piace

      1. Non penso resisterebbe a lungo !! Oppure anche la
        Pasta con la maionese !! No.. Lui è troppo sensibile di stomaco!!!non potrebbe farcela!!
        Si direi che te li meriti tutti gli alti !!!! 👍🏻👍🏻👍🏻👍🏻

        Liked by 1 persona

  2. HAHA che dire, adoro il popolo britannico ❤
    Comunque per le ricette io sono così tradizionalista che quando ero al corso di chef ho fatto delle ramanzine agli altri che neanche te lo immagini!!
    Funghi nella bolognese??? The HORROR!!!!
    Non hai idea di quante volte mi sono rifiutata di non tradire la cucina italiana quando stavo in cucina 😀 😀

    Liked by 1 persona

  3. Molto perché non ti guardano per strada e si fanno i fatti loro, parlano a bassa voce e non urlano quasi mai per comunicare, come in Sicilia, da una camera all’altra e principalmente sono per il vivi e lascia vivere. Certo, quando bevo il tè a Londra, evito di guardare la tazza vuota che resta sempre nera di te… precedente… 🙂

    Liked by 1 persona

    1. Non sono pulibili, ho lo stesso problema. Sì vero che potrei metterci la varechina… ma alla fine lascio perdere. Quando la tazza è inguardabile la dò via o se fa proprio schifo la butto. Quelle di ‘china’ invece sono bianchissime ma è perchè non le uso mai LOL In casa mia le caffettiere del caffè si lavavano solo e soltanto ad acqua. Dopo un paio di anni erano nere. Ma guai a lavarle col detersivo, mamma e nonna mi sparavano!!

      Liked by 1 persona

    2. E’ vero, le tazzine in alcuni posti fanno schifo… ma mi fa più senso l’idea di usare il bleech per pulirle… mi sa di cancerogeno…. chissà! La macchinetta TASSATIVAMENTE con solo acqua!!!! Simona per questo ti sparerei anch’io! ;D

      Mi piace

  4. Bell’articolo ni! gli inglesi non hanno la più pallida idea di che cosa voglia dire mangiare! Ma compensa il fatto che hai conosciuto persone veramente di cuore! Noi possiamo essere dei buongustai ma a volte non saperci fare nei rapporti personali! Tutto ha un suo equilibrio! 😉 un bacione ni 😙
    Ps: io avevo davvero una Zia Letta ( cioè Nicoletta, ed era greca 💗 !) e anche lei aveva occhiali grandi come la zia della foto!!! 😊

    Liked by 1 persona

      1. Ciao ni! Mi devo ricordare di tornare a leggere i commenti dei commenti 😅 perché mi scordo sempre di mettere la notifica 😃! Ma dici il telefilm “la Tata”? Qualche puntata l ho vista anche se non lo seguivo tutte le volte!

        Liked by 1 persona

  5. Sono degli animali…..solo riguardo al cibo ovviamente!!!!!! Sono stati molto carini con te e per questo ne sarò per sempre grata.E’ stata davvero una bella esperienza alla faccia degli italiani!!!!Quando vengo su ci penso io al menù 😃😃😃

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...